Contatti

Descrizione
Le muffe sono funghi microscopici che durante la loro crescita producono particelle di forma sferica di piccole dimensioni (spore) che si disperdono nell’aria principalmente in estate e in autunno.
Fonti
Uno dei problemi più fastidiosi e dannosi per il comfort abitativo è quello legato all’umidità; la pre-senza di acqua nelle murature può provocare inconvenienti come la diminuzione del comfort termico, il degrado dei materiali a causa di reazioni chimiche distruttive e la comparsa di muffe. Si sviluppano in condizioni di temperature comprese tra 10 e 35 °C. Negli ambienti indoor si creano principalmente su pareti e pavimenti umidi, su carte da parati, materasso, divani e tappezzerie, nei sistemi di condizionamento d’aria, negli umidificatori , cioè in tutti quegli ambienti dove si crea un alto tasso di umidità. Oltre a cattive abitudini degli abitanti della casa, generalmente le cause sono dovute ad un insufficiente isolamento termico delle pareti, del tetto o del pavimento che creano differenze di temperature caldo/freddo tra l’ambiente esterno e interno (Ponti Termici). Le muffe possono essere causate anche da errate abitudini di riscaldamento e di ventilazione della casa.
Normativa/Standard
Decreto Ministeriale del 26/6/2015 che impone il calcolo in base alla norma UNI EN ISO 13788.
Accordo del 27 settembre 2001, recante “Linee di indirizzo per la tutela e la promozione della salute negli ambienti confinati” (G.U. del 27 novembre 2001, n. 276 S.G., S.O. n. 252)
Accordo Stato Regioni del 18 novembre 2010, recante “Linee di indirizzo per la prevenzione nelle scuole dei fattori di rischio indoor per allergie ed asma” (GU del 13 gennaio 2011, n. 9 SG).
WHO guidelines for indoor air quality: dampness and mould, 2009
Effetti sulla salute
Gli effetti sanitari riguardano le allergie di tipo respiratorio e alcune dermatiti allergiche. Le spore e i filamenti prodotte dalle muffe possono causare riniti e asma. In particolare, per quanto riguarda la salute dei bambini, i risultati complessivi di studi trasversali su bambini di 6-12 anni hanno confermato la relazione positiva tra la muffa visibile (riportata dai conviventi) e la tosse notturna e diurna dei bambini e, nelle famiglie più affollate, la relazione con asma e sensibilizzazione ad allergeni inalanti.
Consigli e Buone Pratiche
Le misure principali sono il controllo della temperatura e della umidità relativa e una pulizia periodica. Assicurarsi che i muri esterni, le fondamenta, i sottotetti e l’attico siano isolati e ben ventilati. Nel caso si debba intervenire con una ristrutturazione, coibentare la casa con materiali isolanti naturali. Per l’isolamento delle fondamenta utilizzare i sistemi applicati il bioarchitettura.

Dati : ISPARA: INQUINAMENTO INDOOR:aspetti generali e casi studio in Italia 2010; Ministero della Salute opuscolo: “Umidità e Muffe”

Be Sociable, Share!